• Accueil
  • > Archives pour le Lundi 1 juillet 2019

XIV domenica del tempo ordinario – anno C della Ferie

Posté par diaconos le 1 juillet 2019

Luca è l'unico evangelista a parlare dell'invio dei settantadue discepoli in missione e questo probabilmente non è un caso. I Dodici morirono quando scrisse il suo Vangelo, e da Pentecoste la Buona Novella si è diffusa oltre i confini ebraici. Il numero settantadue del libro della Genesi (cap. 10) elenca e designa tutti i popoli della terra.

Luca è l’unico evangelista a parlare dell’invio dei settantadue discepoli in missione e questo probabilmente non è un caso. I Dodici morirono quando scrisse il suo Vangelo, e da Pentecoste la Buona Novella si è diffusa oltre i confini ebraici. Il numero settantadue del libro della Genesi (cap. 10) elenca e designa tutti i popoli della terra.

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi. Diceva loro :  » La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe ! Andate : ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi ; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada. In qualunque casa entriate, prima dite : “Pace a questa casa !”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa.

Non passate da una casa all’altra. Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro : “È vicino a voi il regno di Dio”. Ma quando entrerete in una città e non vi accoglieranno, uscite sulle sue piazze e dite : “Anche la polvere della vostra città, che si è attaccata ai nostri piedi, noi la scuotiamo contro di voi ; sappiate però che il regno di Dio è vicino”. Io vi dico che, in quel giorno, Sòdoma sarà trattata meno duramente di quella città » .

IL settantadue tornarono pieni di gioia, dicendo : « Signore, anche i demòni si sottomettono a noi nel tuo nome ». Egli disse loro : « Vedevo Satana cadere dal cielo come una folgore. Ecco, io vi ho dato il potere di camminare sopra serpenti e scorpioni e sopra tutta la potenza del nemico: nulla potrà danneggiarvi. Non rallegratevi però perché i demòni si sottomettono a voi ; rallegratevi piuttosto perché i vostri nomi sono scritti nei cieli ». ( Lc 10, 1-12.17-20)

Omelia    Testimoni di Cristo  

Tra i suoi discepoli, il Signore ne nominò altri settantadue, e li mandò a due a due a due davanti a lui in tutte le città e città dove lui stesso doveva andare.  Luca è l’unico dei quattro evangelisti a raccontare questo episodio della vita di Gesù e a riferire questa missione dei discepoli, gli altri ricordano solo l’invio dei dodici. Luca vuole presentare l’evangelizzazione come un’opera alla quale tutti coloro che sono discepoli di Gesù devono contribuire.

Questa missione è l’opera di Cristo che manda. Non propone ricette missionarie, ma mostra in quale spirito dovrebbe essere fatto l’annuncio evangelico. Nella Bibbia, Settantadue è un numero simbolico per una globalità. Questo numero si riferisce a tutte le nazioni della terra ricostituita dopo il diluvio. In altre parole, Gesù manda in missione tutte le persone di buona volontà.

Ogni cristiano è inviato a testimoniare il Vangelo nel suo ambiente familiare, professionale e sociale. Sono davvero questo lavoratore del Regno di Dio ? C’è un’urgente necessità di agire. Non abbiamo alcun diritto di stare a guardare quando, nonostante gli incoraggianti segni di rinnovamento (molti catecumeni, l’impegno di molti laici formati), la maggior parte degli indicatori della salute della Chiesa oggi sono in rosso.

Ha detto loro : « Il raccolto è grande e gli operai sono pochi. Pertanto, chiedete al padrone del raccolto di mandare i lavoratori per il suo raccolto. Di fronte a questa mancanza di lavoratori, Gesù suggerisce la preghiera come unica soluzione…..! Per lui, l’apostolato è un’opera divina, una grazia. Prego che ci saranno molti lavoratori al raccolto ? Prima di tutto, laici….. ma anche sacerdoti, religiosi e religiose.

E io ? Sono uno di quei lavoratori che lavorano per la salvezza ? Per esempio, puoi fare mille servizi nella tua parrocchia. Invece di essere depressi durante il vostro ritiro, potete assumere un compito come Chiesa. Ma soprattutto, tutti possiamo cominciare da questa attività che Cristo chiede nel Vangelo : la preghiera per le vocazioni. Non illudetevi: avremo i sacerdoti che ci meritiamo !

Gesù disse ancora : « Ti mando come agnelli tra i lupi ». Gesù non nasconde la difficoltà della missione. Egli ha avvertito la sua Chiesa: lei è costantemente in pericolo! Dall’inizio ad oggi, l’evangelizzazione ha sempre comportato rischi per i messaggeri. Quando Luca stava scrivendo il suo vangelo, quasi tutti gli apostoli avevano dato la vita e i cristiani erano perseguitati.

Quindi non sorprendiamoci, se a volte dobbiamo soffrire un po’ a causa della nostra fede… scherno, ostilità o violenza insidiosa. Continuiamo il buon lavoro ! Gesù lo ha promesso : « Rallegratevi perché i vostri nomi sono scritti in cielo.  » È notevole che Gesù non dà istruzioni dottrinali : non parla del contenuto della fede… ma dei comportamenti concreti dei predicatori. È innanzitutto attraverso il suo stile di vita che il discepolo di Cristo annuncia il Regno di Dio, un modo di vita che si incarna in incontri e gesti di pace e di amore. È a questa condizione che l’annuncio del Regno di Dio può essere ascoltato.

Questo vangelo è molto concreto: il Regno di Dio, il piano di Dio, è molto vicino a voi, dice Gesù. E ‘nella vostra vita più ordinaria, ma non sai come scoprire la sua vicinanza ! Con Gesù, Dio regna. In Gesù è già scoppiata la realizzazione del mondo. Concretamente, il Regno di Dio significa fare la sua volontà. Abbiamo il coraggio di andare controcorrente rispetto all’ambiente circostante e al nostro ambiente per rimanere fedeli all’amore universale che Cristo ci chiede.

Diacono  Michel Houyoux

Collegamenti esterni

◊ Qumran.net  : communicare il Sorriso di Dio →   Testi – XIV Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)

XIV Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)

Image de prévisualisation YouTube

Publié dans articles en Italien, Catéchèse, Enseignement, Foi, Homélies, Nouveau Testament, Page jeunesse, TEMPO ORDINARIO, Temps ordinaire | Pas de Commentaire »

 

Salem alikoum |
Eazy Islam |
Josue |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | AEP Gresivaudan 4ieme 2007-08
| Une Paroisse virtuelle en F...
| VIENS ECOUTE ET VOIS