Parlava del tempio del suo Corpo

Posté par diaconos le 9 novembre 2019

Il Vangelo 9 Novembre

Madre di Dio, Angeli, Santi, fate il corpo della Chiesa inondi il mondo di vita eterna.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo San Giovanni

Mentre la Pasqua ebraica era vicina, Gesù salì a Gerusalemme. Nel Tempio trovò i mercanti di buoi, pecore e colombe e i cambiavalute.  Ha fatto una frusta  con le corde,
e li spinse tutti fuori dal Tempio, come pure le pecore e i buoi; gettò a terra i soldi dei cambiavalute, rovesciando i loro banchi, e disse ai mercanti di colombe : « Portate via questo da qui. « Smettila di fare della casa di mio padre una casa di scambio ».

I suoi discepoli ricordarono che è scritto: L’amore della tua casa mi renderà il mio tormento. Alcuni ebrei lo chiamarono : « Che segno puoi darci per fare questo ? « . Gesù rispose loro : « Distruggi questo santuario e in tre giorni lo farò risorgere ». Gli Ebrei risposero :  » Ci sono voluti quarantasei anni per costruire questo santuario, e voi lo fareste crescere in tre giorni ! Ma stava parlando con lui del santuario del suo corpo.

Così, quando si svegliò dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo ; credevano alla Scrittura e alla parola che Gesù aveva detto ». (Gv 2:13-22)
Non fare della casa di mio padre una casa del traffico.

I sacrifici e le offerte fatte nel Tempio di Gerusalemme dai numerosi pellegrini pasquali richiedevano la presenza dei mercanti e dei cambiavalute che  occupavano la piazza. Questo traffico, a volte aperto a transazioni disoneste, era necessario. Questa scena è presentata anche nei Vangeli di Matteo, Marco e Luca.

Il Tempio di Gerusalemme era il luogo dove confluivano le offerte e le donazioni della comunità ebraica. I capi sacerdoti avevano questo tesoro ; inoltre,  raccoglievano le tasse dai mercanti e dai cambiavalute.

Perché c’erano buoi, pecore e colombe sulla piazza del tempio ?

Perché i devoti ebrei sono venuti a offrire sacrifici al Tempio di Gerusalemme. Sacrifici per ringraziare il Signore o per chiedere perdono o per ringraziare. I commercianti di animali si erano quindi stabiliti di fronte alla piazza del Tempio per offrire ai pellegrini abbastanza da fare il loro sacrificio. C’erano anche cambiavalute perché nel tempio di Gerusalemme, in questo paese sotto l’occupazione romana, il denaro romano non era accettato, ma il siclo ; è quindi necessario cambiare la moneta romana (1) per siclo (2).

Perché Gesù cacciò i mercanti dal Tempio con le loro colombe, le loro pecore e i loro buoi ?
Gesù fu oltraggiato dal mercanteggiare che si stava svolgendo davanti alla piazza del Tempio. Con l’azione che compie, Gesù vuole dimostrare che Dio è più importante del commercio. Vedendo Gesù farlo, gli ebrei il cui vangelo ci dice che « molti hanno creduto in lui » e che hanno rispetto per Gesù possono giustamente chiedersi : i sacrifici sono finiti, il tempio è finito ?

Cos’è finita ? Cos’è finita ?

Con Gesù, la vecchia alleanza è finita. La nuova alleanza annunciata dai profeti è lì, radicalmente nuova : ciò che è finito è offrire sacrifici a Dio invece di  parlare a Lui. L’ira di Gesù non era contro questi mercanti, ma contro il culto stesso. Con il rovesciamento dei banchi, ha rovesciato la religione stessa ; ha distrutto il tempio. Era molto forte.

Cosa voleva dire Gesù agli ebrei che lo ascoltavano ?
Per pregare Dio, per adorarlo, abbiamo bisogno di un luogo. Ma questo luogo, il vero tempio, il vero luogo di incontro, sarà il cuore di ognuno di noi.  Gesu’, cosa vuole dirci oggi ? Due cose : il primo: non fare della casa di mio padre una casa del traffico il secondo : Non fare della casa di mio padre, che è una casa per tutti, una casa per alcuni.

 Non basta credere in Gesù.  Dobbiamo anche vivere con un grado di onestà e verità che Gesù può credere anche in noi.

Informazioni supplementari

(1) Il Denario era la moneta romana utilizzata in quel periodo, clicca qui per ulteriori spiegazioni → Valuta romana.

(2) Il siclo si riferisce originariamente ad un’unità di peso e di valuta utilizzata in Mesopotamia dal III millennio a.C. al I secolo, detto anche siclo o secolo. Questa era anche l’unità di peso usata dagli Ebrei (è citata in alcuni passaggi della Bibbia e serve a contare le persone nel deserto dopo l’uscita dall’Egitto. Il siclo biblico valeva 6 grammi d’argento.

Link esterni

◊  Alberto Maggi OSM : clicca qui per leggere l’articolo →   PARLAVA DEL TEMPIO DEL SUO CORPO

◊ Papaboys  : clicca qui per leggere l’articolo →  Parlava del tempio del suo Corpo

Di fronte al giudizio di Dio (Lc 21,5-11)

Image de prévisualisation YouTube

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Vous pouvez utiliser ces balises et attributs HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Salem alikoum |
Eazy Islam |
Josue |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | AEP Gresivaudan 4ieme 2007-08
| Une Paroisse virtuelle en F...
| VIENS ECOUTE ET VOIS