Dalla casa di Dio, hai fatto una grotta di banditi.

Posté par diaconos le 22 novembre 2019

 Détruisez ce temple, dit Jésus, et en trois jours, je le relèverai ". Le temple dont il parlait, c’était son corps, c’est-à-dire sa personne. C’est comme s’il disait : " Vous pouvez détruire le temple, puisque, je suis là ! " Jésus a l’audace de se mettre à la place du temple. – Le lieu de la présence de Dieu, c’était le temple : Jésus est présence de Dieu. – Le lieu de la parole de Dieu, c’était le temple : Jésus est la parole de Dieu.

Distruggi questo tempio, disse Gesù, e tra tre giorni lo farò risorgere. Il tempio di cui parlava era il suo corpo, cioè la sua persona. È come se dicesse : « Potete distruggere il tempio, perché io sono qu i! « Gesù ha l’audacia di mettersi al posto del tempio.  Il luogo della presenza di Dio era il tempio: Gesù è la presenza di Dio. – Il luogo della parola di Dio era il tempio: Gesù è la parola di Dio.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo San Luca

A quel tempo, Gesù entrò nel Tempio e cominciò ad espellere i venditori. Ha detto loro: « E’ scritto : « La mia casa sarà una casa di preghiera. Ora l’hai reso un covo di banditi ». Ed era al Tempio ogni giorno per insegnare. I capi sacerdoti e gli scribi, così come gli anziani, cercarono di ucciderlo, ma non riuscirono a trovare quello che potevano fare; anzi, tutto il popolo, appeso alle loro labbra, lo ascoltava.  (Lc 19:45-48)

Omelia Gesù ha cacciato i mercanti dal Tempio.

Il gesto di Gesù è stato profetico. Come gli antichi profeti, compie un’azione simbolica, piena di significato per il futuro. Espellendo dal tempio i mercanti che vendevano le vittime per le offerte e ricordando che la casa di Dio è una casa di preghiera (Is 56,7), Gesù annunciò la nuova situazione che venne a stabilire, dove i sacrifici degli animali non avevano più il loro posto. San Giovanni definisce il nuovo culto come « culto del Padre in spirito e verità » (Gv 4,24).

Il Nuovo Rito è la parola di Gesù. Quindi, San Luca ha unito alla scena della purificazione del tempio una presentazione di Gesù che vi predica ogni giorno. Il nuovo culto è incentrato sulla preghiera e sull’ascolto della Parola di Dio. Ma in realtà, il centro del centro dell’istituzione cristiana è la persona viva di Gesù stesso, che offre la sua carne e sparge il suo sangue sulla croce e ce lo dona nell’Eucaristia.

Nel Nuovo Testamento inaugurato da Gesù, i venditori di buoi e agnelli non sono più necessari. Come tutto il popolo intero era appeso alle labbra (Lc 19,48), non dobbiamo andare al tempio per sacrificare le vittime, ma per accogliere Gesù, il vero agnello sacrificato per noi una volta per tutte (Eb 7,27), e unire la nostra vita con la sua.

Quando Gesù, all’età di dodici anni, disse a sua madre che lo cercava in quel tempio: « Perché stavi cercando me ? Non sai che devo stare negli affari di mio padre ? ». (Lc 2:49)

Così, Gesù era già consapevole della sua origine divina. Ha chiamato Dio suo Padre, sentendo che solo questo nome poteva esprimere la realtà e l’intimità del suo rapporto con Dio. Era così pieno di loro che gli sembrava naturale dimenticare tutto il resto per essere alle cose del Padre suo; era una necessità morale per lui: era necessario; non lo sapevate ? In questa prima parola di Gesù che è venuta a noi, tutto è verità, vita, amore.

Gesù, appena arrivato, cominciò a cacciare i venditori : vi esercitò la sua autorità purificando questo luogo, come era stato annunciato dal profeta Malachia: « Ecco, io mando il mio messaggero, e lui aprirà la strada davanti a me, e improvvisamente il Signore che cercate, l’angelo dell’Alleanza che desiderate, entrerà nel suo tempio. Ecco, viene, dice il Signore degli eserciti. »

Dicendo loro : « E’ scritto: « La mia casa sarà una casa di preghiera. « Gesù ha citato Isaia (Is 56,7). Isaiah rimproverò gli ebrei per la loro autonomia. Quando Gesù disse : « Voi l’avete fatto covo di banditi », citò Geremia (Geremia 7, 11).  Questo profeta rimproverava gli ebrei per il loro formalismo : Dio non voleva più gesti di culto estranei alla vita quotidiana.

Cacciando tutte queste persone fuori dal Tempio, Gesù ha restaurato il vero culto di Dio, invece di adorare il denaro che regnava lì. Anche noi meritiamo i rimproveri di Gesù : le nostre chiese sono case di preghiera ? Non hanno accordi con i soldi ?

Gesù insegnava ogni giorno di quest’ultima settimana nel tempio; poi, la sera, si ritirò da Gerusalemme, sul Monte degli Ulivi o a Betania: « Entrò in Gerusalemme, nel tempio ; e dopo aver guardato intorno a lui ogni cosa, come già era venuta la sera, uscì per andare a Betania con i dodici. «   (Mk 11:11)

Secondo Luca e soprattutto Marco, Gesù non entrò a Gerusalemme fino alla fine della giornata e si limitò a visitare il tempio, dove esaminò tutto ciò che vi stava accadendo; poi, essendo già arrivata la sera, lasciò il tempio e la città per passare la notte a Betania, e fu solo il giorno dopo che cacciò i venditori dal tempio.

La prima parte di ogni Messa è un insegnamento (Prima lettura, salmo, seconda lettura, estratto dal Vangelo e omelia). E’ stato Gesù che ha inaugurato questo nuovo culto dove la Parola ha la precedenza. Amen

Il diacono Michel Houyoux

Collegamenti ad altri siti

◊ Alberto Carrara : clicca qui per leggere l’articolo →  Gesù caccia i venditori dal Tempio. La casa di Dio

◊   P. Alberto Maggi OSM  : clicca qui per leggere l’articolo →  CACCIATA DEI MERCANTI DAL TEMPIO

  Gesù scaccia i mercanti dal tempio

Image de prévisualisation YouTube

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Vous pouvez utiliser ces balises et attributs HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Salem alikoum |
Eazy Islam |
Josue |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | AEP Gresivaudan 4ieme 2007-08
| Une Paroisse virtuelle en F...
| VIENS ECOUTE ET VOIS