V DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Posté par diaconos le 3 février 2016

 

Benvenuti a voi, condividere la nostra fede in Dio

La lavanda dei piedi (Gv 13, 1-15) dans Carême croix-diaconale7Deacon Michel Houyoux

Da pescatori di pesci a pescatori di uomini. Gli Apostoli hanno ricevuto una bella lezione da non dimenticare mai. Quando si agisce nel nome del Signore, è Lui stesso a dare efficacia alle nostre azioni. Gesù lo spiegherà meglio dicendoci più chiaramente: «Senza di me non potete fare nulla».

Da pescatori di pesci a pescatori di uomini.
Gli Apostoli hanno ricevuto una bella lezione da non dimenticare mai. Quando si agisce nel nome del Signore, è Lui stesso a dare efficacia alle nostre azioni. Gesù lo spiegherà meglio dicendoci più chiaramente: «Senza di me non potete fare nulla».

* Prima Lettura – Is 6,1-2a.3-8 

    Dal libro del profeta Isaia  – Is 6,1-2.3-8

Nell’anno in cui morì il re Ozìa, io vidi il Signore seduto su un trono alto ed elevato ; i lembi del suo manto riempivano il tempio. Sopra di lui stavano dei serafini; ognuno aveva sei ali. Proclamavano l’uno all’altro, dicendo : «Santo, santo, santo il Signore degli eserciti ! Tutta la terra è piena della sua gloria». Vibravano gli stipiti delle porte al risuonare di quella voce, mentre il tempio si riempiva di fumo. E dissi : «Ohimè ! Io sono perduto, perché un uomo dalle labbra impure io sono e in mezzo a un popolo dalle labbra impure io abito ; eppure i miei occhi hanno visto il re, il Signore degli eserciti».
Allora uno dei serafini volò verso di me; teneva in mano un carbone ardente che aveva preso con le molle dall’altare. Egli mi toccò la bocca e disse : «Ecco, questo ha toccato le tue labbra, perciò è scomparsa la tua colpa e il tuo peccato è espiato». Poi io udii la voce del Signore che diceva: «Chi manderò e chi andrà per noi?». E io risposi: «Eccomi, manda me!».

* Salmo Responsoriale 137 

Cantiamo al Signore, grande è la sua gloria.

Ti rendo grazie, Signore, con tutto il cuore : hai ascoltato le parole della mia bocca. Non agli dèi, ma a te voglio cantare, mi prostro verso il tuo tempio santo.

Rendo grazie al tuo nome per il tuo amore e la tua fedeltà : hai reso la tua promessa più grande del tuo nome. Nel giorno in cui ti ho invocato, mi hai risposto, hai accresciuto in me la forza.

Ti renderanno grazie, Signore, tutti i re della terra, quando ascolteranno le parole della tua bocca. Canteranno le vie del Signore : grande è la gloria del Signore !

La tua destra mi salva. Il Signore farà tutto per me. Signore, il tuo amore è per sempre : non abbandonare l’opera delle tue mani.

 * Seconda Lettura  – 1Co 15,1-11  (forma breve  15, 3-8.11)
Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi

Vi proclamo, fratelli, il Vangelo che vi ho annunciato e che voi avete ricevuto, nel quale restate saldi e dal quale siete salvati, se lo mantenete come ve l’ho annunciato. A meno che non abbiate creduto invano ! A voi infatti ho trasmesso, anzitutto, quello che anch’io ho ricevuto, cioè
che Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture e che fu sepolto e che è risorto il terzo giorno secondo le Scritture e che apparve a Cefa e quindi ai Dodici.
In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta: la maggior parte di essi vive ancora, mentre alcuni sono morti. Inoltre apparve a Giacomo, e quindi a tutti gli apostoli. Ultimo fra tutti apparve anche a me come a un aborto.

Io infatti sono il più piccolo tra gli apostoli e non sono degno di essere chiamato apostolo perché ho perseguitato la Chiesa di Dio. Per grazia di Dio, però, sono quello che sono, e la sua grazia in me non è stata vana. Anzi, ho faticato più di tutti loro, non io però, ma la grazia di Dio che è con me.

* Vangelo  : Lasciarono tutto e lo seguirono.– Lc 5,1-11

In quel tempo, 1mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, 2vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. 3Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle dalla barca.

4Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca». 5Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». 6Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. 7Allora fecero cenno ai compagni dell’altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare. 8Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». 9Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto; 10così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedeo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini». 11E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono. (Lc 5, 1-11)

IMMAGINI→  arquidiocesedenatal.org.br

Complementi

◊  V DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO – (Testo originale  in francese) Cinquième dimanche du temps ordinaire, année C

◊  Mission essentielle des disciples du Christ (Testo originale  in francese) → Annoncer le Christ mort et ressuscité

◊   Catechesi del Diacono permanente Michel Houyoux   → De la barque, Jésus enseignait la foule.(Lc 5,3b)

Collegamenti esterni

◊  Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini  

Image de prévisualisation YouTube

 

 Dio esiste ? Abbi il coraggio di cercare

Ognuno di noi, in qualche momento della propria vita, si è chiesto: «Dio esiste?». Questo video può aiutare a riflettere sull’esistenza di Dio e sulla fede, presentando anche il problema del rapporto tra fede la scienza, che in realtà problema non è. Utile per introdurre un discorso sulla fede, specialmente con gruppi di adolescenti e giovani.

Traduction en français

Dieu existe ? Ayez le courage d’essayer.

Chacun de nous , à un moment de sa vie, s’est demandé :  » Dieu existe-t-il ?  » . Cette vidéo peut vous aider à réfléchir sur l’existence de Dieu et de la foi , présentant également le problème de la relation entre la science et la foi , ce qui n’est pas vraiment le problème.  Utile d’introduire un discours sur la foi , en particulier avec des groupes d’adolescents et de jeunes.

Image de prévisualisation YouTube

Publié dans articles en Italien, TEMPO ORDINARIO, Temps ordinaire | Pas de Commentaire »

 

Salem alikoum |
Eazy Islam |
Josue |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | AEP Gresivaudan 4ieme 2007-08
| Une Paroisse virtuelle en F...
| VIENS ECOUTE ET VOIS